Uncategorized

Aderire ai bandi – Perché rivolgersi a esperti? Quali le tappe?

Aderire ai bandi – Quali le tappe?

Aderire ai bandi in Italia, spesso viene visto come qualcosa di troppo complicato, così alcune imprese, spesso per mancanza di tempo, rinunciano a decine di migliaia di euro di fondi.

Eppure ogni anno in Italia molti è possibile aderire a centinaia di bandi su tutto il territorio.

Con il termine generico di “Bandi” ci riferiamo a tutti i Contributi a fondo perduto che gli enti locali e/o nazionali, mettono a disposizione delle Imprese o di organizzazioni no profit.

In questo articolo ti diamo alcune linee guida per rispondere ai tuoi principali dubbi riguardo la finanza agevolata.

Chi può partecipare a un bando?

Ai bandi possono partecipare potenzialmente tutti, dalle P.Iva alle Le Micro, Piccole e Medie Imprese e talvolta anche le persone fisiche.

Talvolta, come nel caso degli enti no profit, possono essere anche associazioni senza scopo di lucro o onlus riconosciute.

Il concetto è: “dipende”. Dipende dal tipo di bando e dalle sue finalità; vedremo più avanti le differenze tra i singoli bandi.

Chi emette i bandi?

Una classica domanda che i clienti ci rivolgono.

I contributi vengono erogati da enti pubblici che per natura giuridica dispongono delle risorse necessarie.

Questi enti sono principalmente le Regioni, Le Provincie e Le Camere di Commercio.

Ci sono poi i bandi emessi delle fondazioni (soprattutto quelle a capitale misto pubblico/privato come ad es: la Fond. Cariplo) e quelli emessi da altri organismi pubblici statali (es: Inail)o europei.

Cosa possono finanziare i bandi?

Le spese e i progetti ammissibili sono tantissimi.

Ti cito soltanto quelle più comuni.

  • Digitalizzazione e ammodernamento delle attività di commercio (es: il bando StorEvolution)
  • Creazione di giovani imprese e finanziamento Start-Up
  • Progetti di efficienza energetica
  • Sostegno dell’agricoltura
  • Sostegno dell’attività economica nel Mezzogiorno
  • Iniziative a sostegno del settore turistico
  • Import/Export
  • Acquisto di macchinari
  • Finanziamento di attività culturali e di integrazione europea

Per ciascun punto potrei fare numerosi esempi ma ci dilungheremmo troppo.

Tieni presente che poi ogni anno su questi temi escono nuovi bandi e se sei un’impresa è necessario essere pronti tempestivamente.

I bandi sono un modo per ottenere indietro le tasse che paghi

In Italia siamo troppo tassati e ci lamentiamo sempre di ricevere pochi servizi in cambio.

Aderire ai bandi però costituisce uno degli strumenti attraverso il quale poter, di fatto, avere un servizio: ossia ricevere dei fondi per realizzare un determinato progetto economico e/o sociale.

Le tasse che lo stato italiano versa all’Unione Europea, i soldi che gli imprenditori versano alle Camere di Commercio, le tasse che versi alla regione sono il principale mezzo che finanzia questi fondi che poi attraverso i bandi vengono appunto redistribuiti impattando sulla realtà delle imprese rendendole più competitive e moderne.

Ricorda che l’Italia è tra gli ultimi paesi europei che sfruttano meno le risorse messe a disposizione e questo è un grave problema perché non sfruttiamo da un lato finanziamenti che possono far crescere e modernizzare la nostra economia dall’altro, come ti ho spiegato prima, non stiamo usufruendo di risorse pagate con le tasse di tutti.

Perché pochi sfruttano questi bandi?

Il tasso di burocrazia è molto elevato e per non commettere errori nella domanda è consigliabile affidarsi a professionisti esperti.

Ogni bando è un mondo a sé fatto di moduli, schede tecniche, relazioni di esperti, preventivi di più imprese, domande, regolamenti e richieste di chiarimenti a volte ai limiti della pazienza umana.

L’irregolarità anche solo formale della domanda quasi sempre comporta la non ammissibilità del progetto.

Per approfondire il dato: https://pagellapolitica.it/blog/show/32/litalia-e-i-fondi-europei

I dati del grafico sono riferiti al 2014. Oggi, grazie a società come la nostra, la posizione dell’Italia è migliorata anche se ancora molto resta da fare per arrivare ai livelli dei paesi più virtuosi.

Perché conviene rivolgersi a degli esperti?

Il tempo è denaro; se sei un piccolo imprenditore non hai tempo da perdere dietro alle carte: o lavori per la tua impresa oppure fai il bando (a volte ci vogliono anche settimane).

Se invece sei un’impresa più strutturata di solito deleghi questo compito a un dipendente; però questo è un problema perché:

a) il dipendente lo paghi di più rispetto al professionista (e magari neppure è specializzato)
b) stai spostando una risorsa interna da un compito all’altro, rischiando di rallentare il lavoro complessivo di tutti.

Per questo ci sono i professionisti come noi.

Come posso aderire ai bandi?

Ecco le tappe necessarie per ottenere i fondi:

  1. Verifica dei requisiti per partecipare
  2. Presentazione domanda di adesione
  3. Valutazione
  4. Assegnazione (Non hai ancora i soldi ma ti sono stati assegnati)
  5. Svolgimento dei lavori (Sviluppi il progetto e paghi gli eventuali fornitori)
  6. Rendicontazione (Mostri le fatture dei lavori svolti all’ente erogante)
  7. Erogazione (L’ente ti fa un bonifico che ti rimborsa i soldi spesi)

Tra il punto 1 e il punto 7 a volte passano anche alcuni mesi, rivolgersi ai professionisti è fondamentale così da non perdere mai di vista il processo e poter verificare passo passo la correttezza delle pratiche.

Inoltre a seconda del progetto ti serviranno anche dei fornitori a cui affidare i lavori. Noi sappiamo confrontarci anche con loro per evitare che si compiano irregolarità nell’iter da seguire.

Rivolgiti a noi

Aderire ai bandi con noi ti da numerosi vantaggi.

a) avere un unico referente per tutto che segue la pratica dalla ricerca del bando alla rendicontazione finale

b) operiamo secondo il concetto del “fast business

c) grazie Metodo Pmi possiamo farti ottenere ulteriore liquidità e integrare la finanza agevolata con la strategia di impresa.

d) ci paghiamo da soli dandoti anche la garanzia di recuperare per intero l’investimento fatto con noi.

Cosa aspetti?

Contattaci per maggiori informazioni

Un nostro consulente esperto saprà consigliarti la strada più efficace.

 

Lascia un commento

affarefattosrl