Bandi Imprese

Voucher digitali I 4.0 Regione Lombardia – Linee Guida

Voucher digitali I 4.0 Regione Lombardia – Una guida sintetica

I Voucher digitali I 4.0 sono una misura che rientra nel piano nazionale “Piano Nazionale Impresa 4.0” e sono uno degli strumenti più importanti per entrare nel mondo digitale.

In un articolo precedente abbiamo già approfondito il tema dei Voucher digitali sulla provincia di Milano, Monza e Lodi.

Vediamo invece come I voucher digitali I 4.0 si declinano all’interno di Regione Lombardia

Un bando per tutte le provincie

I fondi del bando sono distribuiti su base provinciale attraverso ciascuna camera di commercio che li ripartisce alle singole PMI sul territorio.

Inizialmente ogni CCIAA promulgava il suo regolamento di adesione e tra un regolamento e l’altro vi erano alcune differenze seppur con un impianto di fondo tendenzialmente simile.

Per prevenire le eccessive difformità burocratiche, Unioncamere è intervenuta e ha unificato tutti i bandi provinciali in un unico bando regionale.

I fondi e rimborsi

I fondi totali ammontano a 1.605.000 € distribuiti su nove province.

A questi si aggiungono altri 2.000.000 € stanziati dalla CCIAA unita di Milano, Monza Brianza e Lodi.

Il nuovo regolamento prevede un rimborso a fondo perduto pari al 70% delle spese sostenute a fronte di una spesa minima di 5.000 €.

Non vi è un tetto di spesa massima ma il contributo massimo erogato non può superare i 15.000 €.

La tabella sottostante mostra come sono ripartiti i fondi tra i vari enti provinciali.

CCIAA Fondi Erogati
Bergamo 150.000 €
Brescia 300.000 €
Como 70.000 €
Cremona 40.000 €
Varese 150.000 €
Lecco 40.000 €
Pavia 45.000 €
Sondrio 50.000 €
Milano, Monza, Lodi 2.700.000 €

Gli ambiti di intervento

Voucher digitali I 4.0 hanno ovviamente lo scopo di automatizzare i tuoi processi produttivi (di qualsiasi natura) attraverso l’integrazione con nuovi sistemi tecnologici.

L’elenco delle materie su cui intervenire è vastissimo.

 Soluzioni per la manifattura avanzata e/o manifattura additiva
 Soluzioni tecnologiche per la realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D e Simulazioni
 Integrazione verticale e orizzontale
 Industrial Internet e IoT
 Cloud, Cybersicurezza e business continuity, Big Data e Analytics
 Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain
 Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica
 E-commerce
 Pagamento mobile e/o via internet, fatturazione elettronica e fintech
 Sistemi EDI, electronic data interchange
 Geolocalizzazione
 Tecnologie per l’in-store customer experience
 System integration applicata all’automazione dei processi

Ciascun intervento in uno degli ambiti elencati dovrà necessariamente ricomprendere non solo la parte di integrazione tecnologica ma anche quella di formazione e consulenza.

Le tecnologie in esame potranno essere rilasciate non solo da altre aziende ma anche da hub di start-up innovative e centri di ricerca tecnologica riconosciuti.

Contatta un nostro consulente per saperne di più.

Se sei interessato ad aderire al bando ricorda che hai tempo fino al 29 Ottobre 2018, quindi affrettati e rivolgiti a degli esperti.

Lascia un commento

affarefattosrl